Loading...

Ridley Noah

Ridley Noah
QUESTO E' IL MIO GIOIELLINO BELLA E POSSIBILE

martedì 22 maggio 2012

Quarta del Prestigio NoveColli Fantastico

Stefano stà cercando Andrea 7,30
Agostino spinge 6,08

Andrea sta' cercando Stefano 7,39


Davide sta' chiamando l'ammiraglia 8,37
Antonio ma quando finisi 10,25


Giampi cerca Tony 8,31

Io sto' cercando me 8,19

Vito a gia le palle piene di tutto quel traffico 7,57

Davide non sa dove è e ride soddisfatto 7,48
Anche la quarta tappa del Prestigio è fatta , è stata una due giorni bellissima , a parte qualche dettaglio personale , sia nel viaggio fatto in compagnia degli amici Gentlemen che nella gara vera e propria . Tutto a inizio Sabato mattina , non troppo presto perché qualcuno preferisce dormire la mattina , alle 10,30 sono venuti a prendermi a casa , Vito con la sua auto insieme a Giampi e Antonio per fare poi tappa all'autogrill  di Duino dove dovevamo incontrare Stefano Andrea e Lucio ma anche loro causa sonno mattutino dovevano ancora fare benzina quindi appuntamento rinviato . Noi abbiamo preso l'autostrada per Venezia di seguito direzione Romea e siccome Vito a una guida assolutamente rigorosissima , quasi da ninna nanna gli altri hanno fatto in tempo a raggiungerci verso Chioggia dove abbiamo fatto sosta per un frugale pasto al sacco , qualche bisognino e via fino a destinazione . Dopo la sistemazione in albergo ed incontrato gli altri componenti della squadra , Toni , Bruno Neri , il DS Marzi , Marino il Wilierista Davide con la sua compagna Paola , persona molto simpatica , il loro amico Manuel ed altri Gentlemen che non conoscevo .  Ritirato il pacco gara giro alla fiera  come al solito molto ricca , parecchi stand e moltissimi prodotti interessanti e senza accorgersi arriva l'ora del ritrovo per la cena ed il brindisi , 19,30 . Velocemente mi procuro alcuni integratori che mi mancavano e via verso l'Hotel con tappa obbligatoria sotto uno stand dove lanciavano magliette e grappoli , messo in borsa tutte quelle che stavano e finalmente cena , fame tantissima . L'antipasto scarno ma buono , verdure varie , tutto il resto una delusione riso al pomodoro di qualità scadente e coda di rospo pessima , gratinata alla candeggina . Unica nota positiva il magnum offerto dal DS per brindare alla gara ed il prosecco offerto da Stefano . Il giorno e giunto finalmente non vedevo l'ora , sveglia alle 4,04 non per il suono del mio cellulare ma per una scossa di terremoto che purtroppo a svegliato tutta la regione e non solo , con trepidazione per eventuali tragiche notizie mi preparo per affrontare una lunga e spero bellissima giornata . Aprendo la finestra della terrazza l'aria fredda del mattino mi fa decidere di indossare un maglione vecchio che avevo portato in caso di basse temperature , assonnato mi avvio verso la sala da pranzo per la colazione dove c'è un mesto via vai di Gentlemen e Wilieristi assonnati . Ore 05,20 ritrovo davanti all'Hotel per foto scaramantiche (casomai qualcuno si perdesse testimonierebbero che c'era) e via verso le rispettive griglie . Come al solito sono solo, griglia gialla il resto del gruppo sparpagliati chi nella bianca , Vito , Andrea , Stefano chi nella blù Toni , Giampi  il resto nella rosa e arancione . Dopo un'ora circa finalmente partenza , un fiume di ciclisti che si riversa sul percorso e uno spettacolo bellissimo , a detta di Paola che stava guardando il suo Davide partire , una bellezza ed una emozione fortissima che coinvolge ( chissà che il prossimo anno non la vedremo insieme a noi nel gruppone) . Fino al trentesimo km come al solito a tutta ma senza nessun problema arrivando ai piedi della prima salita con 39 di media , credevo di rischiare il piede a terra invece l'intasamento pensato non c'era e facendo qualche zig zag ho continuato tranquillamente guardandomi sempre in giro per vedere se trovavo qualche Gentlemen ma nessuno era all'orizzonte . Da qualche giorno soffrivo di mal di schiena e prima di partire mi sono preso un antidolorifico e pregavo che il dolore arrivasse più tardi possibile almeno il tempo di rendermi conto che stavo andando bene , cioè almeno oltre il Pugliano . Speranze inutili già prima del Ciola si è fatta sentire con insistenza lanciandomi insulti a non finire e li è cominciata la preoccupazione di non raggiungere l'obbiettivo , migliorarmi , ma siccome sono uno che non molla  avanti imperterrito . Sul Ciola il mitico ristoro abusivo dove il DS è stato "costretto contro la sua volontà"a fare una lunga e sostanziosa tappa, il profumo era invitante ma la voglia di fare il tempo era superiore così avanti . Prima del Barbotto a cominciato anche a piovere ed avevamo fatto "solo" 85 km e ne mancavano ben 120 , pensate passarli tutti sotto la pioggia e con molte discese da fare oltre ai 6 colli da scalare non sarebbe stato divertente e non avevo nemmeno portato la mantellina visto che le previsioni davano pioggia nel pomeriggio  . Avanti ugualmente e via verso il traguardo lontano , dopo qualche km per fortuna a smesso di piovere ed intanto si avvicinavano le due salite più lunghe e la mia schiena era incazzatissima se avesse potuto strozzarmi ed andarsene l'avrebbe fatto volentieri . Fortunatamente non mi sono mai trovato solo ma sempre in gruppo ed arrivati al bivio con il corto decido di fare una mini tappa per rifornirmi di acqua , sto per partire e sento "Umberto", mi giro e chi mi trovo affianco finalmente una faccia amica , Davide il Wilierista , che spingendo alla grande mi ha raggiunto . Speravo di fare un pezzo di strada con lui ma mi giro ed è già sparito , cavolo dico è una scheggia , parto tiro più che posso per raggiungerlo ma anche se discesa , niente , penso "troppo forte per me lo saluterò all'arrivo . Proseguo con tranquillità sul Tiffi quindi sul Pugliano dove nuovamente sento una voce che scandisce il mio nome , mi giro ed è nuovamente lui , il Wilierista di Muggia , che credevo fosse scappato via al rifornimento ed invece si era fermato , due chiacchiere e via questa volta per sempre . Affranto per essere rimasto ancora una volta solo mi avvio verso il sesto colle , il più alto , e nuovamente mi sento chiamare , gioiosamente mi giro e chi ti vedo Giampi che anche lui si era fermato al ristoro del bivio ma era solo "e Toni chiedo" se avanti scadenado , cavolo penso è veramente in forma e se arriva molto prima di noi ci prenderà per il culo fino alla prossima 9colli . Arriviamo insieme in cima al Pugliano e nel frattempo a metà salita aveva ricominciato a piovere e questa volta piuttosto bene  ma io quando vedo la strada scendere non riesco a trattenermi e spingo a tutta anche sul bagnato  mentre Giampi più prudente di me oltre alle gambe in quei frangenti usa anche la testa , io no quindi lo stacco , tanto poi mi raggiungerà in salita . Inizia il passo delle siepi e a smesso di piovere , non vedo ancora Giampi ma in direzione opposta alla mia chi ti vedo , Tony che scende , cavolo ha già finito ed e ritornato a riprenderci per farci compagnia e foto insieme all'arrivo !!!!! Niente di tutto questo , si è spremuto talmente tanto che un sacco di crampi lo hanno costretto a cambiare senso di marcia ed a provare un nuovo record in senso contrario..................riuscendoci anche , un fenomeno solo lui può fare certi record 6,44 nel lungo . A quel punto mancava solamente l'ultimo ostacolo , il Gorolo . Per arrivarci a fine discesa ho trovato un gruppo di una decina di elementi ai quali si è aggiunto un altro di una trentina scortati da una moto , già noi andavamo piuttosto veloci ma dietro moto si filava , e ci ha portato fino ai piedi dalla più temuta salita , un po per le pendenze ma soprattutto perché arriva dopo 170 km . Ero piuttosto stanco la schiena gridava vendetta (alla Sportful se si vendica sono cazzi) ed arrivato inconsapevolmente in cima ho chiesto innocentemente al mio vicino di salita quando sarebbe arrivato il pezzo duro , lui stupito mi risponde "lo abbiamo appena fatto" , non vi posso spiegare la gioia provata guardando il ciclocomputer , mi segnava una media di 23,6 km/h , pur sapendo che il risultato finale sarebbe stato diverso dal risultato del mio sapevo anche che da li in poi avrei potuto solo che migliorarlo quindi mi sono solo preoccupato di recuperare su di un gruppo  davanti a me per poter arrivare al traguardo spingendo più possibile . Gli ultimi 20 km li ho fatti a 37 di media , più spingevo e più piangevo dalla felicita sfogando tutta la tensione della gara , della vigilia e di tutto quello che mi passava per la testa e nell'istante stesso che ho tagliato il traguardo la prima cosa che ho detto è "Barbara ti AMO" perché è grazie a lei se faccio tutto questo , è grazie a lei se arriverà il Prestigio , lei che mi da una serenità infinita lei che mi da gioia immensa lei che mi sostiene e mi sprona a provarci fino in fondo GRAZIE GRAZI GRAZIE . 8.19 tempo fantastico , tutto molto bello con dei compagni grandissimi grazie anche agli allenamenti fatti con loro , Non ho messo le foto di tutti perché on ci sono ancora . Mandi Mandi alla prossima
Sabato a fare la spesa

Sabato a cena scarsa ma divertente

Questo non poteva mancarci

Si parte

4 commenti:

  1. grande umberto, grande racconto!!! paola ga ditto che te son troppo coccolo!
    mi ghe go dito, ovvio se mio amico;-)
    alla sportful spianeremo le dolomiti bellunesi!!!
    ciauuu...

    RispondiElimina
  2. Ringrazia Paola che non se da meno e spero almeno de vedette quando riverrò mi col scuro dato che in corsa sarà impossibile , il tuo tempo lo dico ora intorno alle 9 ore minuto più minuto meno :-)))))) Mandi Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. punto alle 10 ore e mezza ovvero 2 in meno dell'anno scorso!!!
      te arrivi tranquillo al traguardo, la go fatta con 2000km nelle gambe e 2 gf, te ga già fatto 4 gf, ghe vol solo pazienza e che la schiena te sorregga!!!
      te lo auguro...
      ciauuu...

      Elimina
    2. cmq nella foto che rido son sul tocco duro del gorolo e...
      forse rido proprio per quel;-)
      ciauuu miticus!!!

      Elimina